Deducibilità delle forme di previdenza complementare

tax-468440_1920

Approfittando della fine dell’anno e del mese dell’educazione finanziaria, di seguito trovate alcune specifiche fiscali riguardanti la deducibilità delle forme di previdenza complementare.

In seguito all’entrata in vigore della riforma previdenziale (L.252/2005) a partire dal 01/01/2007, i contributi alla suddetta previdenza complementare sono deducibili fino ad un massimo di 5.164,57 €.

In buona sostanza:
con un contributo di 5.164,57€ si ottiene un risparmio fiscale che può andare da 1.187,85€ fino a 2.220,76€ (a seconda della propria aliquota fiscale).
fino a 15.000,00€ 23%
da 15.0001,00 € fino a 28.000,00€ 27%
da 28.001,00€ a 55.000,00 € 38%
da 55.0001,00 € a 75.000,00 € 41%
oltre 75.000,00€ 43%

Per quanto riguarda invece la tassazione della prestazione finale, viene applicata un’aliquota agevolata, con un massimo di 15% e un minimo di 9%.
Nel mercato assicurativo/finanziario attuale è lo strumento che impatta maggiormente sulla fiscalità, basti pensare che i restanti piani di accumulo a scopo previdenziale hanno una detrazione fiscali pari al 19% fino a 530€ di massimale.
Ne dovreste approfittare adesso, dato che siamo nell’ultimo trimestre dell’anno solare e i contributi versati entro il 31/12/2020 (per caricare la polizza abbiamo tempo fino al 10 dicembre però) sono deducibili con la dichiarazione dei redditi 2021.

Punti di attenzione
Tutte le forme di previdenza complementare sono regolamentate da un unico decreto (L.252/2005), quindi la fiscalità e la gestione (anticipi,riscatti,scadenza) sono uguali per tutti; quello che cambia sono le commissioni a carico dell’aderente in fase di accumulo.
Dato che, sul mercato italiano le commissioni hanno una forbice che varia dallo 0% al 7% è opportuno quindi prestare attenzione alla scheda costi del fondo. Sottolineo questo perché, in qualità di broker specialista e indipendente, possiamo offrire un ottimo prodotto di Helvetia (società svizzera) che è a COSTO ZERO, quindi vengono investiti tutti, senza trattenere nessun costo…
Come già anticipato sottolineo il fatto che ci occupiamo inoltre di fare consulenze sulle posizioni globali del cliente, quindi parliamo anche di risparmio e investimento oltreché di previdenza, e questo lavoro spesso si rivela fondamentale per l’ottimizzazione dei costi e delle risorse o per la defiscalizzazione dell’azienda.

Vuoi tutelare la tua famiglia o la tua azienda e proteggerla dagli imprevisti della vita? Chiedimi come!

ASSICURATI DI ESSERE BEN ASSICURATO!

CONDIVIDI L’ARTICOLO

Share on facebook
Facebook
Share on google
Google+
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest